Il Kaizen e le teorie di Taylor.

kaizen-teorie-taylor

Come analizziamo un ciclo di lavoro secondo le teorie di Taylor? Che legami ha con il Kaizen?

  1. selezione di un gruppo sperimentale di  lavoratori particolarmente abili nel lavoro da analizzare (Il Kaizen valorizza le esperienze delle persone);
  2. scomposizione e analisi dei singoli movimenti in rapporto ai tempi di esecuzione, posizione fisica, forma , peso e frequenza d'uso degli attrezzi (Scomposizione nelle componenti fondamentali);
  3. correzione ed eliminazione dei movimenti «falsi inutili e pigri», ossia che non presentano requisiti di razionalità rispetto allo scopo per cui sono eseguiti (Ricerca dei Muda all’interno del mio processo);
  4. ricomposizione del comportamento lavorativo in base al montaggio dei singoli movimenti risultati più razionali (Bilanciamento della Linea di produzione o del processo);
  5. standardizzazione degli utensili e delle attrezzature in base ai rapporti ottimali tra peso, forma, frequenza e modalità di uso, caratteristiche fisico-chimiche del materiale lavorato (Definisci lo Standard);
  6. fissazione di un tempo teorico di lavorazione in base alla somma dei tempi registrati per i singoli movimenti;
  7. addestramento del gruppo sperimentale dei lavoratori all'esecuzione del compito affidato secondo la nuova procedura (Fai formazione alle tue risorse);
  8. osservazione sistematica dei tempi effettivamente impiegati, avendo cura delle necessità fisiologiche, delle pause per riposare, di eventuali inconvenienti, ecc.;
  9. calcolo dei coefficienti di correzione del tempo teorico in modo da aumentarlo di una percentuale sufficiente a far fronte a tutte le pause e inconvenienti prevedibili.

Alcune delle operazioni di una analisi tempi e metodi si rispecchiano nella metodologia Kaizen